Promozioni

Martedì 26, nel mio paese, non ci sarà stata la finale di Champions’ League in scena a Roma, ma l’aria era in fermento dalla mattina. Era in cartello il match dell’anno. Almeno per un comune di 30.000 anime che la Serie A non la vedrà mai, salvo miracoli o utopie di mega-iper-milionari, che mai investirebbero una squadra che si salva solo ai playout per non retrocedere in 1a categoria.

Era il Bari di Antonio Conte che veniva a giocare allo Stadio Comunale. Lo stesso Bari neopromosso nel massimo campionato dava spettacolo in un piccolo comune, tra gente che spesso guarda le BMW Serie 7, se dovessero mai passare per le strade, con aria di incredulità. Tra l’altro in una comunità che, di fatto, è parte della BAT. Barreto & C. dovevano affrontare proprio una selezione di giocatori e vecchie glorie della nuova provincia. Per la cronaca, tra i tifosi trasognati e festanti, la partita si è conclusa 5 a 2 per i biancorossi.

Grande partecipazione e clamore per l’evento! Tutto voluto, stando alle cronache dall’Amministrazione Comunale. Una manifestazione molto bella e riuscitissima. Se non fosse per il periodo. Il sindaco (sponda PdL), già ex calciatore dilettante, è attualmente candidato alla presidenza della nuova provincia. Il dirigente principale del Bari, invece, è Vincenzo Matarrese, fratello di Antonio. Quest’ultimo è da oltre vent’anni ai vertici del calcio e della politica italiani, nello schieramento di centro destra. Recente è la notizia della sua candidatura al Consiglio Comunale barese per “La Puglia prima di tutto”, la lista voluta da Raffaele Fitto, ora ministro del Governo Berlusconi IV. Nota a margine: entrambi i fratelli Matarrese furono tra i realizzatori di Punta Perotti.

Perché organizzare proprio ora la partita? Non c’era per caso un lievissimo “conflitto d’interessi”? La logica associazione d’idee comporterebbe “Bari = Amministrazione comunale = candidato alla presidenza della provincia”. Quindi, tramite volo pindarico, si potrebbe intuire che il merito dell’iniziativa vada, in un periodo consono alle pubblicità, a chi è candidato ad un’importante poltrona. Dato che il popolo, in genere, ama panem et circenses, non è difficile immaginare un balzo di consensi allo stato, che un altro pretendente non avrebbe potuto ottenere in queste condizioni.

È vero che bisogna dare onore al merito, così come è pacifico che altre manifestazioni sono state organizzate nella cittadina negli ultimi anni. Ma, per quanto sia una strategia pagante in senso positivo per la persona, buon senso vorrebbe un basso profilo da parte dei politici in campagna elettorale. Almeno per far prova di umiltà. Altrimenti si corre il rischio di non poter mantenere promesse più urgenti in un secondo momento. Specie se sono due le realtà da amministrare. In maniera differente.

Un esempio pratico: se si offre in un arco di 3 ore una partita, ma da diversi anni molte strade sono ancora in stato di dissesto, nonostante i reportage di qualcuno, sarebbe paradossale essere contenti per la festa fatta, quando la propria macchina resta parcheggiata con due sospensioni incrinate e gli ammortizzatori scarichi. Ma è così. E, se i lavori dovrebbero (dovranno!) andare avanti, chi se ne occuperà, quando l’unico amministratore capace di rispondere alle domande sulla fattispecie dovrà barcamenarsi nella realtà inerente a dieci comuni?

Amichevolmente, diverso tempo fa, proposi all’assessore allo sport (che conosco personalmente) qualcosa di bizzarro, ma altrettanto spettacolare. Il mio paese offre una morfologia strepitosa e uno scenario unico in tutta la Puglia. Perché, quindi, non far arrivare una tappa del Giro? Un finale in salita, passato il “muro” del Castello, sarebbe qualcosa di fenomenale. Con ovvi rifacimenti fognari e stradali già in programma, che, per l’occasione, verrebbero velocizzati. Due piccioni con una fava, in pratica. La risposta, all’epoca, fu perplessa e spinta più verso il no per motivi economici. Credo (ma potrebbe essere una convinzione smentibile) che l’invito di una squadra di calcio – ora di altissimo livello – sia molto più dispendioso di un passaggio della carovana rosa, che inoltre pubblicizzerebbe maggiormente la realtà locale. A meno che i costi della trasferta barese siano stati ridotti per “amicizie e propagande”, mettendola sul piano del “pensar male”.

Ad ogni domanda, ci saranno pure delle risposte

Advertisements

3 Comments Add yours

  1. TShaker89 ha detto:

    Non so come ma anche io, non appena appresa la notizia della partita tra Bari e Canosa, ho pensato subito a quella locuzione.. Sarà un caso ma a Canosa la formula panem et circenses ha sempre funzionato.
    Come la festa patronale spazza via la depressione del momento, una partita di calcio è come una iniezione di fiducia che fa momentaneamente dimenticare le promesse elettorali non mantenute. Spero che non sia sufficiente una partita da quattro soldi per acquistare il consenso dei cittadini canosini.
    Potrei riadattare una frase famosa nella nuova forma “ritengo troppo intelligenti i Canosini per pensare che votino in funzione di una partita di calcio (organizzata da co****** xD)”.

    Per quanto riguarda il Giro, sinceramente le vie del castello di Canosa non sarebbero un granché come tappa. A parte la salita degna di nota nel paesaggio circostante vige l’incuria, e tu che sei di Canosa sai di cosa parlo. Io abito in un paese a ridosso dei Colli Euganei e a quanto ne so mi sa che hanno fatto o faranno passare una tappa del Giro d’Italia, però qui la natura offre un paesaggio molto più interessante di quello deturpato Canosino. Non vedo dunque chi sarebbe interessato a far passare una tappa per le vie (più che accidentate) del castello di Canosa.

  2. leoman3000 ha detto:

    Pessimista, come al solito. Qui si sta lanciando una nuova provincia. Quale migliore pubblicità nel far conoscere i luoghi alla gente in questo modo?

    1. TShaker89 ha detto:

      non sono pessimista, sei tu che sei troppo fiducioso xD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...