Chiappe all’aria

ass90Nonostante in estate la gente vada in vacanza, c’è chi lavora. Questi stacanovisti decidono, ad esempio, sulle leggi. Delle quali il cittadino medio non conosce un minimo contenuto, poiché l’attenzione è maggiormente concentrata su sdraio, frisbee, nuotate e beach volley. Le noiose discussioni parlamentari, che rischiano di degenerare, non dovrebbero essere argomento da ombrellone.

Domanda: c’è qualcuno in grado di spiegare, anche per estremi, il cosiddetto “pacchetto sicurezza”? Si sa che alla fine si è sfiorata la rissa e gli intellettuali e la Chiesa si sono schierati contro la questione, al cui centro verte il problema clandestinità. Gli effetti si vedranno in futuro. Per dimostrare la qualità della legge, ad ogni modo, basta un esempio (altri sono disponibili in rete). L’art. 19 riporta che lo straniero che fa ingresso, ovvero si trattiene nel territorio dello Stato, in violazione delle disposizioni […], è punito con l’ammenda da 5.000 a 10.000 euro. Lo “straniero” in questione è l’irregolare, che, se ha già eluso (in ovvia malafede) le disposizioni esistenti, non avrà la minima intenzione nel mostrare la propria vera identità alle autorità. E che, difficilmente, avrà 20 milioni del vecchio conio con sé. Obiezione al testo della legge: chi mai pagherà quell’ammenda?

La voglia di discutere non è prerogativa di deputati e senatori. Anche i magistrati avranno il loro bel da fare. Qualcuno ricorderà che, quando venne condannato David Mills, venne stralciata la posizione relativa al premier, coinvolto come soggetto attivo nell’inchiesta. All’epoca il suo nome venne coperto da “omissis”, perché la persona disponeva dell’immunità, pressoché totale, acquisita con quello chiamato “Lodo Alfano“. Provvedimento, quest’ultimo, posto sotto giudizio di illegittimità costituzionale. La decisione ultima della Consulta è prevista per il prossimo 6 ottobre.

Tuttavia, il soggetto principale che beneficia della legge va a cena con il firmatario della stessa e con due giudici che dovranno deciderne l’antinomia o la compatibilità. È frequente vedere avversari politici seduti allo stesso tavolo, intenti nel ridere e nel scherzare e anche litigare su visioni differenti. Ma, a distanza di poco tempo da una sentenza di natura non indifferente, è inopportuno organizzare incontri serrati e privati tra giocatori e arbitri (non avversari). Perché non rendere l’evento pubblico, invece di saperlo tramite fughe di notizie? Se la memoria non inganna, una cosa del genere scatenò “Calciopoli“…

Per la cronaca, uno dei due magistrati è stato già Ministro tra il 2002 e il 2004. Manco a dirlo, il Presidente del Consiglio era sempre “lui”. L’altro, invece, era membro di gabinetto dell’attuale Presidente della Camera. Anche qui, nulla di male, in teoria. Ognuno è libero di schierarsi come e per chi meglio crede. Solo in alcuni casi, forse.

Ipse dixit: «I giudici hanno deciso il contrario della verità, perchè sono estremisti di sinistra. È come se Mourinho arbitrasse Milan-Inter. Basta con un Csm dove i giudici si assolvono sempre. Non ci fermeremo fino a quando non sarà separato l’ordine dei magistrati dall’ordine degli accusatori».

Se vi sono cene di mezzo, però, «Va tutto bene». E il post serata?

Annunci

One Comment Add yours

  1. Alessio ha detto:

    NOTO che c’è sempre piu gente che se ne infischia della politica e va AL MARE sotto l’ombrellone OPPURE ci sono quelli che dicono molto ma poi è non dicono niente (IN parole povere quelli piu odiati) io dico che ogni tanto adrebbe trovata una via di mezzo come dire se è meglio il mare o la PISCINA…meditate gente meditate.ciao buone vacanze a tutti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...