Cori di Stato

18268613_cc63baa45eHa fatto tanto discutere l’artistica composizione decantata da Matteo Salvini, neo-Eurodeputato, Parlamentare e Capogruppo leghista nella Giunta Comunale di Milano. Il nome non è nuovo, dato che lo stesso cura una rubrica sul sito “Affaritaliani“. Ultimamente è balzato alle cronache per la proposta provocatoria delle carrozze della metropolitana riservate ai meneghini.

Il nostro, stavolta, intona queste parole, tra i frizzi e lazzi di un raduno padano in quel di Pontida. «Senti che puzza, scappano anche i cani. Sono arrivati i napoletani… Son colerosi e terremotati… Con il sapone non si sono mai lavati…». Ad alzare il polverone, anche polemico, è il quotidiano “La Repubblica“. Il factotum della Lega Nord tenta di giustificarsi, mentre la notizia rapidamente viene rilasciata da altre agenzie e compie il giro d’Italia. «Erano cori da stadio», dirà. Ma il discorso è lo stesso: Salvini svolge tre funzioni amministrative. Pertanto dovrebbe evitare tali uscite, specie perché, nell’era di internet, anche le pasquette in masseria vengono immortalate, diventando fonti di ovvio imbarazzo.

Uno dei pochi a tollerare pubblicamente il comportamento dell’onorevole è stato il Ministro della Repubblica Umberto Bossi, che, con il suo charme, dichiara: «Tutte stronzate, dovrebbe dimettersi perché canta male». Le pesanti critiche bipartizan, comprensive del “contro rap” partenopeo di Alessandra Mussolini, hanno portato Salvini alle dimissioni. Atto dovuto. Si, ma la rinuncia è solo alla Camera dei Deputati, non alle altre cariche. Anzi, secondo lo stesso, questa scelta è figlia, solo ed esclusivamente, del «voler fare il parlamentare europeo».

Un po’ di “consuetudine comparata” non guasta. In Portogallo, con somma vergogna, un Ministro si è dimesso per aver rivolto al proprio premier il gesto delle corna. Nel febbraio scorso, un suo omologo giapponese, in seguito ad una sfortunata performance pubblica, nella quale apparve stordito dai medicinali, abbandonò la poltrona. Tuttavia vi sono alcune differenze. Innanzitutto i Ministri di cui sopra non rivestivano altre mansioni e gli “atti impuri” sono avvenuti di fronte ad una vasta platea e non in un ambiente più ristretto, come può essere un tendone adibito nell’agro bergamasco. Poi erano stranieri, non italiani (ops, padani).

Però, in tal senso, bisognerebbe scendere anche al sud per vedere cosa succede. Salvini ha parlato di coro stile ultras. Bene, quando il Bari è tornato in Serie A, la città si è scatenata. Un giornalista del “Corriere del Mezzogiorno” [grazie, Ludo], residente nel capoluogo pugliese, sul suo blog riporta un filmato particolare. I vincenti si presentavano in piazza sul pullman scoperto. Su uno striscione a bordo del mezzo si leggeva chiaramente “Lecce Merda”. Anche in questo caso i precedenti vi sono. Quando nel 2007 il Milan vinse la Champions League, si vendicò nei confronti degli interisti (che si aggiudicarono il campionato), invitandoli a mettersi lo scudetto in un posto recondito.

Classico sfottò da tifoso. Sull’autobus del Bari erano ospiti (tra gli altri) anche i candidati sindaco Michele Emiliano e Simeone di Cagno Abbrescia, che comunque assistevano compiaciuti ai canti della folla e dei giocatori contro i rivali salentini. Difficile che si possano dimettere; è un episodio decisamente meno “diretto” rispetto a quello di Pontida. Bisogna prenderne atto: immagini come quelle viste in questi giorni non possono che compromettere l’immagine del Belpaese, almeno a livello politico.

Oggi è iniziato il G8. Con la speranza che qualche italiano esporti contegno. Impresa ardua

Advertisements

One Comment Add yours

  1. cronachedallospazio ha detto:

    E’ proprio l’era di internet ad aver incastrato il buon Salvini. Questa volta ha peccato di inprudenza a lasciarsi andare a quel coro, ma sulla proposta di istituire carrozze riservate ai milanesi nessuna scusa, ma razzismo vero e proprio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...