Happy birthday, Mr President

Altra notizia che ormai è di pubblico dominio. Il Presidente del Consiglio ha compiuto 73 anni. Il 29 settembre si festeggiano anche i Santi Arcangeli Gabriele, Michele e Raffaele, si ricorda il giorno focale della rivoluzione sessantottina (commemorato in una celebre canzone), ma è pure il compleanno di Felice Gimondi, di Andriy Shevchenko (che Wikipedia scrive Andrij Ševčenko), di Brigitta Bulgari (cosa significa “chi è“?) e (guardate un po’ le coincidenze…) di Pierluigi Bersani.

Quando il premier disertò la Fiera del Levante per congedarsi dall’amico Mike (a proposito di “allegria”), disse testualmente [3:40] «è l’unica data che vorrei dimenticare». Notare la rughetta in più, l’acciacchetto o le macchie sulla pelle non è cosa piacevole. L’aumento delle cifre, naturalmente, non può che mettere ancora più in evidenza il disagio. Per ovviare al problema, comunque, curare la propria immagine è fondamentale. E il leader del PdL (e non solo) in questo riesce benissimo. Dall’attenzione per i capelli al trucco, con l’aiuto dell’onnipresente staff. Nonostante tutto, per la popolarità del personaggio, di cui è inutile discutere per quanto già è stato scritto nelle più disparate sedi (non escludendo questa), gli ossequi sono arrivati da ogni dove. Sito web del partito compreso.

Proprio quando si parla di pluralità di informazione, soprattutto nel servizio pubblico, viene effettuato nella mattina di RaiUno un collegamento telefonico. Onestamente non si è capito “chi-ha-contattato-chi”. Certo è che il Capo del Governo, tra i vari argomenti, si è sicuramente reso conto del giorno che “avrebbe voluto dimenticare”, coadiuvato dalle cordialità dei giornalisti che rispondevano dall’altro lato della cornetta.

«Chiamatemi più spesso, perché così mi sento meno solo…». Come ogni anziano che si rispetti. A dispetto dell’estetica e dell’invidiabile forza di autoconvincimento, sono sempre 73 anni e, sfortunatamente, non 35. Il processo d’invecchiamento, altrettanto sfortunatamente, è impossibile da fermare. Quindi converrebbe non dare adito al pensiero che il festeggiato debba essere seguito come si fa con una persona che non sta bene.

Non è male l’immagine più giovanile che rappresenta una delle personalità di rilievo dello Stato. Nonostante le polemiche che, nel corso degli anni, l’hanno seguito come “codazzo”, specie all’Estero. Quando ha giudicato platealmente caratteristiche di altri notabili, la stampa di oltralpe, “insufflata” o no che sia, non ha esitato a stuzzicarlo in prima pagina. Incomprensioni, ci si può scommettere.

Una ricorrenza, qual è il compleanno, teoricamente è da festeggiare tra gli affetti più cari, in un ambiente ristretto. Questo causerebbe un paradosso: del genetliaco del Primo Ministro tutti i giornali ne hanno parlato, persino nelle strisce. Così facendo, tutti noi che stiamo discutendo di ciò, che gli abbiamo cantato i rituali “tanti auguri” (in versione classica o della Carrà…), che gli abbiamo pronosticato “cento di questi giorni” (oppure no), ci siamo intrufolati nella sua vita privata ancora una volta. Di conseguenza, sarebbe ancora meglio non indagare sui regali da lui ricevuti per l’occasione. Compreso il luogo comune della pin-up che esce dalla torta, facile fonte di equivoci.

In caso di party, visti i tempi, è sconsigliato chiedere se fossero presenti attrici canterine. Vabbé, auguri lo stesso!

Aggiornamento: mentre veniva scritto questo post, qualcuno ha avuto pensieri molto, molto simili

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...