[senza titolo 2]

L’immagine ritrae il corpo senza vita di Stefano Cucchi, 31enne di Roma. Non è chiaro cosa abbia condotto alla morte l’uomo (di sicuro non un santo, ad onor di cronaca), il cui fisico presenta, oltre ai segni dell’autopsia, anche lividi e tumefazioni. Poche le certezze: Cucchi è finito in due ospedali dopo il processo per direttissima e l’incarcerazione a Regina Coeli perché in possesso di sostanze stupefacenti. I familiari, però, l’hanno visto, dall’ultima volta, solo sei giorni dopo il fermo. Quando era già cadavere.

Responsabili?

Aggiornamento: Solitamente, nelle autopsie si eseguono tagli ad “Y”. Come è evidente, in questa occasione il taglio è lineare: altra circostanza da non sottovalutare (anche Tooby ha notato la stessa particolarità).

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...