Colpo in testa!

ATTENTATO! Si tratta di ATTENTATO!

Il Presidente del Consiglio, come ormai è arci-iper-super-ultra noto, è stato vittima di uno spiacevole contrattempo dopo il comizio del PdL organizzato a Milano. Stando alle prime notizie, il 42enne, incensurato, con presunti disturbi mentali, è stato arrestato (ovviamente) e ora rischierà un bel po’. Evitando di offendere chicchessia, effettivamente non è molto saggio lanciare contro una persona (men che meno il Capo dell’Esecutivo) un souvenir di dubbio gusto, raffigurante il Duomo meneghino (quindi pure tagliente, oltre che “contundente”, con tutte quelle guglie), preferendolo alla classica torta in faccia. Già cinque anni fa, però, a Roma qualcuno tentò la stessa azione con un cavalletto. Il reo, in quel caso, non presentava patologie particolari.

Gesto pericoloso, stigmatizzabile. Sicuramente condannabile. Forse premeditato. Secondo le ultime dichiarazioni del premier prima dell'”aggressione”, l’Italia non dev’essere “uno stato di polizia (tributaria…)”, ma nemmeno un’anarchia. Un gesto simile, tanto idiota quanto clamoroso, ha creato una nuova aura di attenzione attorno alla figura perennemente inquadrata del più popolare Cavaliere del Lavoro del Paese. La medesima immagine che, fino a qualche anno fa, non stimolava affatto Benigni, oggi stimolerebbe l’altrui violenza. Dopotutto, alcune sue frasi si dimostrano tendenzialmente irritanti (come talune di oggi pomeriggio, non tralasciando quelle di qualche giorno fa). Ma l’irrazionalità non serve ad alcunché, se non a garantire attestati di solidarietà (ipocriti e non), far saltare denti ed insanguinare labbra (senza escludere il carcere per chi ha commesso il delitto). Insomma, ad ogni azione corrisponde sempre una reazione uguale e contraria (legge della forza fisica?).

Non passano che poche ore e il popolo del web si dimostra scatenato. Impossibile non fare satira, nonostante la gravità dell’intera vicenda e dei danni riportati dal leader del PdL (ora piantonato in ospedale), augurare buoni auspici per il futuro, pubblicandoli sui forum, o postare opinioni nei vari blog (compreso questo). Non è da escludere che, da qui a poco, qualche gioco flash sul tema prenda vita. Tuttavia creare gruppi sul solito Facebook di supporto per l’aggressore o di ribrezzo nei confronti del ferito, per quanto ironici possano essere, sono anch’essi, quantomeno, di scarso rispetto. Tantomeno possono alleggerire un clima rovente, a dispetto della temperatura stagionale.

Per contestare bastano pure i fischi. Chi è su un palco, però, non può aspettarsi atteggiamenti diversi se parla per primo di “odio, catastrofismi, vergogne”, e così via. Come si suol dire, “c’è modo e modo”. È lapalissiano sostenere che una convergenza assoluta di pensieri sia realmente impossibile, ma non lo è la creazione di un dialogo. Altrettanto logicamente, gridare persino all'”atto di terrorismo” (in egual misura al sarcasmo virtuale e alla spregiudicatezza concreta) è, prendendo in prestito espressioni dal passato, inutile e controproducente.

Indispensabile porsi un’altra domanda, visto l’andazzo. Conclusasi l’orazione, da pochi centimetri una scultura pseudo-gotica (e magari made in China) è piombata indisturbata sulla testa di una delle più alte cariche dello Stato (che, per quanto controversa, va rispettata per lo meno quando svolge le funzioni inerenti al ruolo istituzionale). Il servizio d’ordine c’era, ma se al posto della miniatura vi fosse stato un coltello o una pistola? Dopo i precedenti, ci si immaginava una migliore “difesa” delle Istituzioni, in tutti i sensi. Oggi questo status è stato smentito. In soldoni, se non è al sicuro il Presidente del Consiglio, l’intera Nazione non può a sua volta sentirsi protetta, contrariamente a quanto sempre ostentato dal Governo.

Il cui membro principale, barcollante, ha mostrato le piaghe alla folla.

Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Lario3 ha detto:

    Oddio scusa!!! Non l’avevo vista la tua battuta su FaceBook… altrimenti non avrei fatto la striscia!!!

    Grazie per il commento e scusa ancora, CIAO!!! 😀

  2. Lario3 ha detto:

    Ah-ah-ah… grazie per la concessione allora 😀

    CIAO!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...