Cartellino verde

Bossi risponde all’ipotesi di Fini, che poche ore prima giudicava la Padania, su per giù, come «una felice invenzione».

«Ci sono grosso modo dieci milioni di persone disposte a battersi per la Padania, vuol dire che esiste. Non c’è uno Stato padano, ma la Padania esiste».

Davvero? Ma nell’Italia del Nord votano tutti Lega? Comunque, al Sud risiedono 40 milioni di persone (extracomunitari esclusi) di vedute logicamente opposte. Alcune sono già abbastanza incattivite. Se proprio la si vuol porre sul buon vecchio “celodurismo“.

Poi il Senatùr parla di calcio, in particolare del prossimo incontro tra Italia e Slovacchia.

«Tanto la partita se la comprano: vedrete che al prossimo campionato ci saranno due o tre calciatori slovacchi che giocano nelle squadre italiane».

La dichiarazione (non provata) contro gli Azzurri impegnati in Sudafrica balza immediatamente sulle prime pagine dei quotidiani. I giornalisti si sdegnano, i politici pure, i dirigenti anche e così l’opinione pubblica. Curiosi, gli italiani: se la Costituzione subisce modifiche sostanziali i più se ne fottono. Se tocchi loro la Nazionale calcistica, invece, s’incazzano come le belve. Al di là dei risultati sul campo, non proprio confortanti. E al di là dei ruoli istituzionali coperti dai singoli.

Resosi poi conto della potenziale inopportunità dell’intervento, che oltre alle polemiche avrebbe comportato – per logica proprietà transitiva – conseguenze a livello di immagine e di dicastero, il leader leghista, che più volte ha giurato sulla Carta, torna pubblicamente sui suoi passi.

«La mia era una battuta […]. E guarda che casino che è venuto fuori! […] Chiedo scusa alla Nazionale. Finirà che vinceranno il Campionato del mondo, io faccio gli auguri agli azzurri».

Tramite questa uscita, tutto è rientrato e tutto sarà minimizzato. Nessuna conseguenza, nessuna problematica. Qualcuno aveva pensato che in quella frase fosse sintetizzata ulteriormente la  conferma del proprio ideale (ovviamente non condiviso), una dimostrazione forte della propria coerenza, nonostante la veste rivestita nell’Esecutivo. Un atto sfrontato e coraggioso degno di Alberto da Giussano. Invece “si è trattato solo di uno scherzo”.  Un altro. Nulla di propagandistico. L’italiano medio, quindi, è diffidente, permaloso e mal pensante.

Tornando ai “fatti seri”, allora, convince di più il 4-4-2 o il 4-3-3?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...