Speranze abBATtute

Anno nuovo, vita nuova. Così si dice. Per molti potrebbe essere utile cominciarlo andando alla ricerca di un posto di lavoro, magari all’interno di una Pubblica Amministrazione. Considerando anche il delicato momento economico che imperversa nel Paese e non solo, un’assunzione in un Ente di questo genere equivarrebbe ad una mera sicurezza non indifferente dal punto di vista familiare e gestionale, soprattutto per i giovani più ambiziosi. È difficile che un neo-laureato, per esempio, possa farsi sfuggire una ghiotta occasione come un bando di concorso che riserva un contratto, sebbene a tempo determinato, negli uffici di una Provincia pugliese istituita recentemente.

È una sfida da raccogliere. “Fa curriculum”, dà speranze, fornisce esperienza. Si ha l’opportunità di assistere in tempo reale, rimanendo nientepopodimenoché a fianco del Presidente, ai lavori in senso stretto di un’istituzione. Conferenze, interviste televisive, presentazioni… questo dovrebbe comportare il prestare opera per lo “staff” del principale rappresentante di una Provincia. Per non parlare delle poltroncine riservate in prima fila, del conoscere persone importanti, dei sorrisi e delle strette di mano. Forse sono pratiche che non comportano nemmeno troppo sforzo, ma sicuramente almeno un po’ di passione. E, logicamente, assicurano un discreto stipendio (dai 1.500 ai 1.800 € al mese circa).

Come specificato pure negli avvisi, “le domande devono essere indirizzate alla Provincia, spedite a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento e dovranno pervenire entro e non oltre dieci giorni, decorrenti dalla data di pubblicazione del presente avviso all’Albo Pretorio della Provincia”. Indicazione di non dubbia utilità che non lascia spazio ad interpretazioni fallaci. Se non fosse che la “pubblicazione del presente avviso” è avvenuta in data 31 dicembre 2010. Sul sito ufficiale della BAT compare (allo stato) l’inquietante monito che la scadenza del limite è fra tre giorni (il 10 gennaio). Fonti certe, come se non bastasse, dichiarano che il sito della Provincia (ancora in costruzione, come sottolineato nello stesso) è rimasto offline fino a poche ore fa, impedendo ai visitatori di scaricare gli indispensabili moduli in pdf utili alle iscrizioni (a margine: e la “posta elettronica certificata“?).

Ovviamente bisogna tenere conto delle festività, tra Capodanno, Epifania e domeniche. Giornate in cui la gente è meno attenta e perde di vista, per mancata voglia o comprensibili distrazioni, possibilità di tale spessore. A meno di proroghe dell’ultim’ora, certamente si presenterà all’appello un campione minore degli effettivi interessati (come ha rilevato un’associazione locale). I posti disponibili, per tre anni e mezzo di lavoro, sono appena sei. Una degna scrematura – per così dire – “naturale”, è già stata posta in atto. Ma a reale favore di chi?

Una frase attribuita ad un vecchio politico, tuttora vivente, cita: “a pensar male si fa peccato, ma quasi sempre ci si azzecca”. Tutte le circostanze porterebbero a confermare quest’ipotesi. Meglio smentirla; nel più breve tempo possibile.

[photo credits|job.fanpage.it]

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...