Gentili presenze

il

Per il 61° anno di fila, a Sanremo sta andando in scena il Festival della canzone italiana. Come ogni anno, appunto, è stato preceduto da una pioggia di polemiche. Per non parlare delle speculazioni e dei pettegolezzi, su qualsiasi tema: dai testi dei cantanti ai costumi di scena, dall’uso di sostanze stupefacenti da parte di qualche protagonista ai dibattiti su presunte gravidanze delle soubrette. Insomma, l’enorme macchina nazional-popolare si è messa in moto già mesi prima, considerando il richiamo pubblicitario della manifestazione. Ogni anno, infatti, i critici più severi dichiarano “morta” la tradizione della città dei fiori. Solito spettacolo, noia, ospiti inutili e “riciclati”. Ma, a smentirli, c’è sempre quel dato di telespettatori che supera costantemente quota 9 milioni.

Ad affiancare Gianni Morandi alla conduzione vi sono il duo comico composto da Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu (tra l’altro già presentatori de “Le Iene” di Italia 1), nonché Belen Rodriguez ed Elisabetta Canalis. Se la spalla comica è una costante più recente del sobrio palcoscenico ligure (il primato può andare a Paolo Villaggio nel ’72), quella delle “bellezze” è sicuramente più datata. Infatti, già dal 1955, prima edizione trasmessa in televisione, Armando Pizzo venne affiancato da Maria Teresa Ruta (omonima zia dell’altra). Sicuramente la presenza femminile attrae buona parte del pubblico maschile, sempre incline alla “bella presenza”.

Se, effettivamente, la sarda Canalis incarna le caratteristiche fisiche tipiche italiane, la Rodriguez è argentina. Senza nulla togliere alle capacità straniere (Sylva Koscina fu l’antesignana nel 1972, ma tra Casinò ed Ariston sono passate le varie Cannelle, Laetitia Casta, Ines Sastre o Eva Herzigova), c’è stata sempre una lieve tendenza da parte delle varie organizzazioni a sacrificare le “provenienze autoctone”. Il tocco di “internazionalità” serve per estendere il Festival al di là dei confini nazionali. Oltretutto, la modella di Buenos Aires (al pari della collega, comunque) è quasi quotidianamente oggetto dei rotocalchi, soprattutto per ciò che concerne la cronaca rosa.

In linea teorica, ciò che conta sulla Riviera sarebbe la gara. Prima quella “vera e propria” delle serate, poi quella dei profitti discografici. In realtà, a pochi giorni di distanza da una manifestazione di “orgoglio femminile” (e tralasciando la performance di Benigni di giovedì), un buon campione di concittadini di sesso maschile  ha saltato a pié pari le composizioni, concentrandosi unicamente sulle compiacenti “attrazioni” che si materializzano nei teleschermi. Le due vallette parlanti, infatti, paiono inutilmente avvolte dagli abiti creati su misura da importanti stilisti, in quanto spogliate platealmente dagli occhi di molti astanti. Scontata la parola più usata nei loro confronti (“figa”, o sinonimo). Su Facebook e Twitter sono susseguiti commenti di tutti i tipi (non soffermandosi – lapalissiano dirlo – al solo “bellissime!”). Decisamente, per un uomo, esprimere certi apprezzamenti di dubbio gusto potrebbe essere naturale. Le recenti cronache ben note confermano questa tesi.

Si assiste, dunque, ad una nuova mercificazione della donna, in questo caso logico specchietto per allodole. Utile all’auditel per la TV di Stato e ad un piacere tanto momentaneo quanto fantasioso per l’uomo. Al cinico, che si aspetta una scivolata dai tacchi di una delle due o comunque la puntuale gaffe, si contrappone il solo desiderio dello spettatore medio nell’assistere ad un balletto sexy, capace di mettere le grazie bene in vista e mandare così in visibilio un contento pubblico da casa. Che nel quotidiano dovrà accontentarsi, nel migliore dei casi, di una moglie o fidanzata “normali”, non abbracciate dalle mani di un Corona o di un Clooney.

Per le signore, invece, rimangono Luca & Paolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...