[senza titolo 52]

Ricordate “Dreamland – La terra dei sogni”? Si, proprio quel lungometraggio – spacciato come “film dell’anno” – perculato dalla stampa, perculato dal pubblico, perculato dalla critica e perculato da “Le Iene“.

Beh, non solo ritornerà nelle sale il 9 dicembre (forse), ma, per rilanciarlo dalla “crisi”, il regista e produttore tenta una strenua difesa in tutti i luoghi del web possibili ed immaginabili. Dopo svariati commenti su Youtube e locandine-“omaggi amatoriali” (sic) su Facebook, arrivano anche vandalismi (in buona fede?) sulle pagine dedicate di Wikipedia (ovviamente rimossi):

*[link 1]

*[link 2 (Ravagnani, o chi per lui, esordisce con: “Mi sembra di vivere ora quella che sarà la prima riga del mio necrologio”, ma a questa ne seguiranno una trentina…)]

“Una grande storia di vita […] fatta da uomini veri, senza paura”. Per certi versi, è la realtà.

[In collaborazione con { Il Gì Pensiero }]

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Gigi Gx ha detto:

    grazie per la citazione 😀

    1. leoman3000 ha detto:

      Potrebbe essere il primo di tanti post condivisi ^^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...